Lo stile

Amo le asimmetrie, i tagli razionali e innovativi uniti a dettagli spensierati e trasgressivi al tempo stesso. Utilizzo tessuti leggeri organizzati a sovrapposizioni, come nella danza, per ottenere un senso di leggerezza e comodità nel vestire resi speciali da un pizzico di stravaganza.

Se dovessi descrivere il mio stile con un’analogia in musica lo chiamerei progressive punk. Ho sempre cercato il modo di distinguermi dalle tendenze stagionali attraverso la ricerca di dettagli creativi e originali.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: